Officium Cup Fifa 18, il racconto della giornata

Officium Cup Fifa 18, il racconto della giornata

La prima edizione dell’Officium Cup è nata sotto il migliore degli auspici: una domenica di sole sotto il cielo romano. Le premesse per una bella giornata c’erano tutte: un posto bellissimo, “The Garden Factory”, al centro di Roma e completamente immerso nel verde, un torneo di Fifa 18 all’insegna della solidarietà, la possibilità di dare un sostegno concreto alla Lega Italiana Fibrosi Cistica – Comitato Officium. E così è stato. Già alle 9 del mattino iscritti e curiosi hanno varcato il cancello, in attesa di azionare i pollici davanti agli schermi tv. Tutti i volontari si sono rimboccati le maniche per districarsi tra liberatorie e gironi di qualificazione. Giusto il tempo di fare una foto con lo staff al completo e si parte con la prima edizione di Officium Cup.

I volontari di OFFICIUM Roma
I volontari di OFFICIUM Roma
Silvia Ranocchiari da inizio al torneo
Silvia Ranocchiari da inizio al torneo

Inizia il torneo!

A dare inizio al torneo è stata Silvia Ranocchiari, presidente della Lega Italiana Fibrosi Cistica – Comitato Officium, che ha introdotto questa giornata dedicata allo sport virtuale e alla beneficenza.

I primi gol!

Dopo le prime assegnazioni, i giocatori prendono posto: che la sfida abbia inizio. Tre gironi da superare per accedere alle fasi a eliminazione diretta. Gli sfidanti sono concentratissimi, in pochi minuti devono dimostrare di sapersi destreggiare al meglio tra assist e pallonetti.

I partecipanti si sfidano a colpi di gol
I partecipanti si sfidano a colpi di gol

Fra una partita e l'altra, relax e ping pong
Fra una partita e l’altra, relax e ping pong

Si gioca anche in pausa

Ma a Officium Cup non c’è spazio solo per il calcio. Nello spazio esterno gli accompagnatori si divertono con i tavoli da ping pong o giocando a pallone sul prato, mentre i giocatori cercano di ingannare la tensione per il match successivo con una partita a biliardino.

Scontro fra titani

La pausa pranzo è il momento perfetto per rilassarsi. Un buffet all’aperto da gustare con la lentezza tipica delle domeniche di sole. Tra un croissant salato e un piatto di insalata di riso, arrivano gli ospiti più attesi: Mattia “Lonewolf92” Guarracino, Nicolò “Insa” Mirra e Daniele “IcePrinsipe” Paolucci. I tre eGamer professionisti sono venuti per dare il loro sostegno alla causa di Officium Cup: raccogliere fondi per le persone affette da fibrosi cistica. Mattia e Nicolò, che vestono rispettivamente le maglie di Sampdoria e Roma, hanno anche disputato una sfida ufficiale davanti al pubblico e alle telecamere di Sky Sport.

La sfida fra Roma e Sampdoria
La sfida fra Roma e Sampdoria
L'amichevole fra "Lonewolf92" e "IcePrinsipe"
L’amichevole fra “Lonewolf92” e “IcePrinsipe”

L’amichevole

Ma c’è tempo anche per improvvisare una partita amichevole con due ragazzi del pubblico; i protagonisti dello scontro questa volta sono “Lonewolf92” e “IcePrinsipe”.

I vincitori

Il tempo delle amichevoli è finito, è arrivato il momento di dare il via alla seconda fase di Officium Cup: il girone a eliminazione diretta. Ottavi di finale, quarti, semifinali e finale. Il ritmo degli scontri è sostenuto e decreta il vincitore di questa prima edizione: Giuseppe Amara, premiato alla fine della giornata da Daniele “IcePrinsipe” Paolucci con il trofeo ufficiale Officium Cup.

La premiazione
La premiazione
Il concerto
Il concerto

Il concerto finale

Il sole, però, non è ancora tramontato. E quale modo migliore della musica per concludere questa giornata? Ci pensano i WakeUpCall a portare un po’ di rock grazie alle canzoni del loro ultimo album “If Beethoven Was a Punk”, colonna portante dell’omonimo live show.

La prima edizione di Officium Cup, nata da un’idea di Fabio Parisse, è stata organizzata da Lega Italiana Fibrosi Cistica – Comitato Officium e Made in Tomorrow, con il supporto dei seguenti partner: Froneri, The Garden Factory, McDonald’s, Mkers, The Big Fusion.